Vince l’Amando Volley una gara che alla vigilia presentava più di un’incognita sia per le novità tecniche in seno alle pugliesi, sia per la poco incoraggiante netta vittoria nel recupero di lunedì 7 febbraio che le ragazze di mister De Robertis avevano inflitto alla capolista Akademia S.Anna.
Una vittoria, quella delle amandine, nel complesso agevole con una gara controllata dalle siciliane ed equilibratissima solo nel corso della prima frazione fino al 21-21. Vittoria tuttavia resa meno gioiosa per via dell’infortunio al ginocchio occorso alla palleggiatrice Sofia Alberti nelle fasi finali del terzo set e di cui c’è preoccupazione circa i tempi di recupero della giovane alzatrice lombarda.
Mister De Robertis schierava le sue con Alberti in palleggio opposta a Dalhis Liguori, Micheletto e Vinciguerra sottorete, Cipriani e capitan Civardi a schiacciare e Recchia libero; dal canto suo Jimenez mandava in campo Agostinetto in diagonale con Bertiglia, Cecchini e Bilardi al centro, Silotto martello ricevitrice in coppia con l’altra banda Marino e Monaco libero.
Il primo set è quello che si rivelerà il più equilibrato con le squadre che se la giocano punto a punto, si superano e poi si rincorrono non concedendo mai un vantaggio all’altra superiore ai tre punti. Sul 21-21 sono le ospiti a prendere il largo e a giungere a quota 25, prima grazie ad un errore al servizio della Vinciguerra, poi a seguire in virtù di un secondo tocco vincente di Giulia Agostinetto, di un attacco fuori delle locali e di un altro “mano de dios” della capitana veneta.
Nel secondo set le ospiti allungano ben presto costringendo il coach locale a provare con una sostituzione, ovvero con Soleti al posto della Liguori. Sull’11-17 un altro disperato time-out chiamato da De Robertis ma nulla possono le locali contro l’accoppiata Bertiglia/Cecchini che, o singolarmente, o in coppia a muro, spengono le velleità delle padroni di casa. Il punto n.25 è siglato da un lungo linea della Marino.
Terzo set sulla stessa falsariga del secondo. Un attacco fuori della Civardi porta le siciliane sul 10-13; poi è un delizioso pallonetto della Marino che sul 13-17 induce il tecnico locale all’ultimo disperato discrezionale. Ancora la Soleti in campo al posto della Cipriani ma le ospiti allungano ancora ed è un muro di Silvia Bilardi a portare le sue sul 13-20. Sul 15-21 l’infortunio a Sofia Alberti sostituita da Gaia Pinto. Tra la mestizia generale gli ultimi scampoli di gara vanno via punto a punto finché un muro della Cecchini non fissa il parziale sul 18-25.
Saldamente al terzo posto le santateresine affronteranno nel big match di sabato prossimo la capolista Messina, più avanti in classifica di tre punti, mentre le baresi renderanno visita al Melendugno, attualmente seconda in graduatoria.
Tabellino:
Zero5 Castellana Grotte – Farrmacia Schultze Santa Teresa 0-3 (21-25, 16-25, 18-25)
Zero5 Castellana Grotte: Alberti 2, Giannini, Cipriani 7, Pisano (L), Liguori 7, Recchia (L), Vinciguerra 1, Pinto, Civardi 14, Micheletto 9, Soleti 1. All: De Robertis
Farmacia Schultze Santa Teresa: Monaco (L), Cecchini 7, Marcello, Bilardi 6, Mercieca, Amaturo, Agostinetto 4, Silotto 6, Grillo, Ferrarini, Marino 12, Bertiglia 9. All: Jimenez
Arbitri: Gennaro Galano e Stafano Capobianco