Questa volta si vince al quinto. La Farmacia Schultze espugna il Palacalafiore

Vittoria al cardiopalma per la Farmacia Schultze, vietata ai deboli di cuore, ottenuta ai vantaggi di un tie break entusiasmante con la Volley Reghion che ha pure gestito un match point. In campo 2 squadre che si sono imposte alternativamente e in maniera anche secca nei primi 4 parziali. Vogliamo sottolineare in questa partita l’ottimo lavoro dei 2 liberi, Foscari e Calisti, che con i loro recuperi in difesa e in copertura hanno reso avvincente l’incontro.

Monopoli lancia il sestetto collaudato con Perata in palleggio e Varaldo opposta, Nielsen e Ameri ad agire in posta quattro, De Rosa e Papa centrali con la già citata Federica Fez Foscari con la maglia bianca del libero. Anche Jimenez si affida alla squadra che aveva esordito a Catania con Bertiglia opposta alla Agostinetto, Mercieca e Richiusa centrali, Donà e Ferrarini schiacciatrici ricettrici e Calisti libero.

Nel primo set dopo un ottimo inizio con 5 punti di Bertiglia diventa falloso il gioco della Farmacia Schultze e Reghion rimonta e supera con Nielsen e Papa sugli scudi. Sul 11-9 Time Out Jimenez, che è il preludio a 2 punti consecutivi di Agostinetto che portano al pareggio Amando. Ace di Mercieca, nuovo sorpasso per le ospiti e sul 12-13 timeout di Monopoli. Ancora due punti di Mano de Dios per il 13 16. Mantiene i tre punti di vantaggio Amando fino al secondo discrezionale di Monopoli (18-21) con un errore di Nielsen si chiude il il set sul 22-25

Nella seconda frazione di gioco parte forte Reggio e si porta sul 5-2. Donà, 3 punti consecutivi, suona la carica, ma la squadra di casa tiene a distanza le siciliane. Dopo un break di 5 punti consecutivi Jimenez chiama il primo timeout (14-8) e subito il secondo discrezionale (17-8). Il trend non cambia e il set si chiude sul 25 a 14

Film diverso nel terzo set. Ancora Donà con 3 punti consecutivi porta avanti i suoi e sul 5-9 Monopoli chiama time out. Sul 5-12 il tecnico calabrese effettua un cambio in regia con Romeo per Perata, ma la mossa non sortisce grossi effetti. Dopo il secondo discrezionale sul 13-22 Reggio inserisce Saporito su Varaldo.  Gestisce bene il cambio palla la Farmacia Schultze e con un buon approccio di Ferrarini nel finale chiude agevolmente sul 13:25

Nel 4 set l’equilibrio regna sovrano fino a un break di 4 punti operato da Reggio con Varaldo in battuta.    13-9 e Time Out Jimenez. Nuovo allungo di Reggio che si portà sul +7, prima di un timido tentativo di rientro della squadra biancazzurra stoppato sul 19-15 dal time out di Monopoli. Sul 20-17 la rientrante Albano avvicenda Mercieca. La squadra di casa mantiene la calma con un’ottima gestione del cambio palla e il set si chiude sul 25-20 per le calabresi. Ci sarà ancora un tie break per la squadra di Santa Teresa.

L’ultimo parziale, come anticipato nell’inciso, è entusiasmante. Si veleggia sul punto a punto fino al cambio campo (7-8). Jimenez schiera ancora Albano per Mercieca sulla 8-9 e Grillo in seconda linea su Ferrarini sul 9 Pari. 2 punti di Donà, e Monopoli è costretto a chiamare a raccolta le sue sul 9-11 e successivamente sul 11-13. I Time Out danno il loro frutto e Reghion si porta prima in parità sul 13 pari e poi, dopo una diagonale di Varaldo, sul 14-13 serve il match point. Jimenez chiama a raccolta le sue e le catechizza. Con la squadra in P1 Donà firma il 14 pari e poi va in battuta mettendo in difficoltà la ricezione della squadra di casa. Agostinetto si affida a Bertiglia per il 15-14 e successivamente, l’ottima Calisti mette nelle condizioni la stessa atleta piemontese di chiudere con un altro diagonale per l’apoteosi finale della Farmacia Schultze 14-16.

La squadra cara a Jimenez soffre per la seconda partita consecutiva. Le atlete arrivano spesso con il fiato corto dopo scambi molto tirati, ma comincia ad intravedersi un lavoro di gruppo, soprattutto in difesa e nelle coperture. Va sicuramente migliorato il lavoro a muro, ma la strada intrapresa è quella giusta.

A fine partita ai nostri microfoni il tecnico spagnolo sottolinea come i primi 4 set hanno vissuto sull’alternanza, determinata anche da cali di concentrazione. “Nel tie break, continua, avremmo potuto chiudere prima e abbiamo rischiato di perderlo. Ho ammirato la volontà delle mie di non mollare e ci portiamo a casa una vittoria importante anche per il morale”

Nel frattempo nel girone saltano i pronostici. Catania batte fuori casa Modica e si porta in testa a 8 punti, sfruttando il passo falso di Aragona a Messina. Le 2 squadre protagoniste al Pala Tracuzzi entrambe hanno 6 punti ed una partita da recuperare, sono immediatamente dietro a Reghion. Segue a 3 la Farmacia Schultze con 2 partite in meno.

Fanalino di coda il Modica, che farà visita alle Amandine a Letojanni sabato prossimo. La classifica abbiamo capito in questo pazzo girone di questo pazzo anno, non fa testo. Ogni partita è aperta a qualsiasi risultato. Ancora una settimana per mettere benzina nel motore alle loro atlete per il mister spagnolo, in vista del tour de force che vedrà la Farmacia Schultze giocare 5 partite nell’arco di 14 giorni, con i recuperi infrasettimanali contro Akademia e Aragona.

TABELLINO:VOL REGHION – FARMACIA SCHULTZE 2-3 (22-25, 25-14, 13-25. 25-20, 14-16)

VOLLEY REGHION: Romeo, Ameri 8, Petta, Mucciola, La rosa 10, Papa 7, Borghetto, Perata 5, Varaldo 19, Foscari L1, Nielsen 26, Saporito. All. Monopoli, v.all Latella

Farmacia Schultze: Calisti L1, Moschella, Richiusa 6, Buttarini, Donà 18, Mercieca 12, Albano, Agostinetto 5, Basile, Grillo, Ferrarini 6, Santoro, Bertiglia 23. All. Jimenez, V.all. Prestipino

Arbitri: Lentini e Santangelo

Pubblicato in B1